PUNTO D'INCONTRO
FRANCESCANO
 
 V
Via Felicia Rasponi 1,3,5 - 48121 Ravenna
Tel 0544-30022
E-mail: puntodincontrofrancescano@
gmail.com
 

 

                          

    

 
HomeRelazione 2009-10Relazione 2008-09Relazione 2007-08Relazione 2006-07Relazione 2005-06Relazione 2004-05

Relazione attività 2006-07
 

Come sempre, a conclusione dei dieci mesi di attività, ci soffermiamo per riflettere su quanto è stato fatto e pensiamo ad eventuali cambiamenti e miglioramenti futuri su cui meditare nel periodo di vacanza. 

SELEZIONE E  SMALTIMENTO

Il materiale portato al nostro punto di raccolta da privati e da varie associazioni è stato veramente tanto. La Caritas ci ha passato, con frequenza quasi quotidiana, sacchi di indumenti.

La selezione è avvenuta, come sempre, attraverso varie fasi: indumenti da distribuire il martedì, materiale per il mercatino del giovedì, indumenti di scarto, ma riciclabili che, recuperati da fra Vittore, vengono portati a Prato, materiale da mettere nel cassonetto e nelle cucce del canile e del gattile.

ASCOLTO E DISTRIBUZIONE

La distribuzione ai poveri è avvenuta, come sempre, il martedì pomeriggio. Gli indumenti per adulti e bambini sono stati sufficienti per tutti anche perché, nei momenti di necessità, si è attinto dal mercatino. Tuttavia lenzuola, coperte e biancheria per la casa sono state quasi sempre inferiori alle richieste. Molto scadente la qualità delle scarpe e della biancheria personale. Per gli indumenti dei bambini  ci è giunto un buon aiuto da alcuni privati che hanno acquistato indumenti nuovi e dall’associazione “Letizia” con cui abbiamo collaborato.

Le persone passate dal punto d’ascolto e dalla distribuzione dal 09/09/06 al 26/06/07sono state 398 (406 nel 2006) di cui 254 (269 nel 2006) nuovi “clienti. Con i ritorni le persone servite sono state 841 (787 nel 2006); poiché hanno preso anche per familiari sono stati dati indumenti a circa 2000  persone. Rispetto allo scorso anno vi sono stati più ritorni, in parte dovuti alla maggiore distribuzione di cibo che è stata fatta. La maggioranza viene dall’Europa dell’Est (163)), seguono Nord Africa (70), Africa (62), Italia (49), ex Jugoslavia (46).

Solo 1 persona è venuta 12 volte; 3 persone sono venute 10 volte quindi una volta al mese; 4 sono venute 9 volte e 8 volte; 5 sono venute 7 volte; 4 sono venute 6 volte. La maggioranza (231) è passata dai nostri sportelli 1 sola volta in 10 mesi di attività. 

Per quanto riguarda  la casa: 75 su 398 sono senza casa;  16 abitano in roulotte; 12 sono badanti; 293 hanno una casa che può essere un semplice posto letto oppure può ospitare molte persone.

 Per quanto riguarda il lavoro: 69 hanno un lavoro a volte in nero o sottopagato; 328 risultano senza lavoro. (vedere tabulati allegati.

Al di là delle indicazioni e dei consigli pratici per mangiare, dormire, lavarsi, ottenere assistenza medica, cercare lavoro, regolarizzare la propria posizione, ottenere aiuti economici per l’affitto, per la scuola, ecc. il punto d’ascolto è importante come momento di comunicazione, di dialogo, momento in cui anche il più diseredato può far sentire la propria voce. Il dialogo e l’ascolto consentono di conoscere un po’ meglio, nel bene e nel male, le persone che vengono da noi e di stabilire un rapporto solitamente corretto, talvolta quasi amicale. Alcune persone in più in grado di passare dall’ascolto alla distribuzione e di essere presenti anche al mercatino, consentirebbero di mantenere comportamenti più omogenei e più rispondenti alla personalità delle persone che vengono da noi.

DISTRIBUZIONE VIVERI E ALTRO

La distribuzione di viveri e altro materiale (passeggini, carrozzine, mobili,ecc.) anche quest’anno è stata ricca. 

Ogni martedì è stata data la merenda e il tè nel periodo più freddo ; pane offerto dalla rivendita Luna di pane e dal forno Mambelli ; giocattoli; omogeneizzati e prodotti per la prima infanzia. Nel periodo natalizio sono stati distribuiti in quantità saponi e creme per la pelle offerti dalla Farmacia comunale n. 8 e da un privato, detersivi e bagni schiuma acquistati da noi.

Il Banco alimentare, attraverso fra Vittore, ha mandato molto più di quanto avessimo richiesto. La Società Conserve Italia ci ha fatto avere confezioni di pomodori e frutta sciroppata (vedere gli elenchi allegati alla relazione del 5 marzo 2007). In questo modo durante tutto l’anno abbiamo aiutato chi era veramente in difficoltà e abbiamo distribuito a tutti nei mesi di aprile e maggio.

Con l’Operazione sportine, a Natale abbiamo preparato 130 sportine con viveri di qualità comprati al Conad Galilei.  Il 2 e 3 dicembre in chiesa sono stati raccolti 1937,30 euro (337,00 sono stati lasciati al convento). Con i restanti 1.637,00 è stata coperta abbondantemente la spesa per l’acquisto dei viveri (1000 euro).

Al Punto d’ascolto sono stati dati a settembre 1000 euro. Per ufficio, merende, generi alimentari mancanti, prodotti per l’igiene,ecc. sono stati spesi 864,07 euro. Rimangono in cassa 135,93 euro.   ( vedere conto allegato).

CORSO DI ITALIANO

Da ottobre alla metà di giugno, il giovedì pomeriggio, si è svolto il corso di Italiano   (Conversazioni) tenuto da due insegnanti. La partecipazione è stata molto discontinua, anche perché alcune donne, durante questi mesi, hanno trovato lavoro o sono andate in visita al loro paese. Quest’anno sono state accettate anche alcune mamme con bimbi piccoli, poiché Nazzarena si è resa disponibile per il baby sitteraggio. La presenza dei bambini ha generato una certa confusione per cui si è resa necessaria la separazione in gruppi. Per il prossimo anno sarà opportuno studiare nuove strategie. Al di là dei risultati scolastici, tuttavia, va sottolineato, come sempre, l’aspetto socializzante che questa attività permette di realizzare (vedere relazione finale allegata).

MERCATINO MISSIONARIO

Sempre aperto il giovedì pomeriggio, è stato molto frequentato e ha realizzato un incasso complessivo di 19.005,00 euro (vedi prospetto allegato). Per il prossimo anno si cercherà di preparare subito cartelli e immagini che evidenzino che si tratta di un mercatino benefico a favore delle missioni  dei Cappuccini in Etiopia.

LABORATORIO

Aperto il martedì pomeriggio ha registrato una partecipazione abbastanza costante di alcune signore. Vi è stato un momento di vendita presso la chiesa dei Cappuccini che ha fruttato un incasso di 939,00 euro.

Il lavoro del laboratorio dovrebbe essere pubblicizzato di più sia in occasione delle vendite sia durante tutto l’anno.

LOTTERIA

L’impegno di Giovanna ha permesso di allestire anche quest’anno una ricca lotteria con più di 200 premi. Il ricavato è stato di 4.237 euro (600 euro in più rispetto allo scorso anno). A parte il primo premio acquistato ( quest’anno è stato un televisore a cristalli liquidi), gli altri sono tutti di recupero Molti di noi contestano la modestia dei premi, ma coloro che comprano i nostri biglietti, lo fanno per fare un’offerta e non tengono conto del reale valore del premio; quindi anche acquistare premi più ricchi forse non farebbe aumentare la vendita.

PROGETTI MISSIONARI

I progetti dei Missionari cappuccini in Etiopia sono stati sostenuti dagli  incassi del mercatino, del laboratorio e della lotteria, ma anche dalle offerte di numerosi benefattori.

A dicembre sono stati mandati ai missionari 6.000 euro per fornire di attrezzature sanitarie il dispensario costruito a Baccio con il contributo del Punto d’incontro di Ravenna. Il nuovo progetto per cui ora ci si impegna e si lavorerà anche il prossimo anno è la costruzione di un nuovo dispensario a Duga, zona molto isolata in cui opera padre Raffaello. La cifra preventivata è di 70.000 euro.  Durante la giornata missionaria sono stati consegnati a padre Ivano 10.000 euro.

Per quanto riguarda gli altri progetti (pecora per famiglia povera, potabilizzazione di sorgenti, operazione agli occhi, stipendio di insegnanti, acquisto di materiale scolastico) da settembre ad oggi sono stati raccolti 6.041 euro (3000 euro in più rispetto allo scorso anno).

Si è cercato di fare un lavoro costante di informazione e propaganda. Sono stati anche organizzati  due incontri aperti alla cittadinanza, nella sala del Centro missioni: il primo, il 25 ottobre 2006,   con fra Adriano Parenti, segretario dell’Animazione missionaria cappuccini; il secondo, il 4 giugno 2007, con padre Gabriele Bonvicini, missionario in Etiopia e Carla Ferrari, ancella dei poveri anche lei missionaria in Etiopia.

Importante segnalare la partecipazione di alcune scuole a sostegno dei progetti: la succursale Ghiselli della Scuola Media Damiano-Novello, alcune classi del Liceo Classico “D. Alighieri” e del Liceo Scientifico “A. Oriani.”

Nel periodo natalizio e in occasione di feste e compleanni sono aumentate le persone che hanno sostituito il solito regalo con un’offerta a sostegno di uno o più progetti.

ATTIVITA’ CULTURALE

La festa di S. Pio è stato, come sempre,  l’evento di apertura delle attività del Punto d’incontro. Il 23 settembre, giorno della festa sono state raccolte offerte per i lavori di risanamento dell’intonaco e di messa a norma dell’illuminazione della chiesa e per il nuovo organo. Il Punto d’incontro ha contribuito con un’offerta di 1.000 euro per il nuovo organo e di 2.000 euro per la chiesa.  Nei tre giorni precedenti vi sono stati incontri culturali e spirituali preparatori (vedere locandina allegata) ed è rimasta sempre aperta la mostra- vendita di manufatti del laboratorio, di oggetti del mercatino e di pubblicazioni dei Cappuccini dell’ Emilia Romagna. Il ricavato è stato di 731,30 euro: euro 100 lasciati al convento, euro 631,30 destinati alle missioni. Le locandine per la Festa di San Pio e le buste per le offerte sono state regalate dalla tipografia Mazzanti.

Il 10 novembre 2006, nella chiesa dei Cappuccini, nell’ambito della rassegna “Itinerari organistici 2006” ha avuto luogo un concerto del coro Ludus Vocalis con l’orchestra “Alighieri” per l’inaugurazione del nuovo organo. E’ stato un evento di notevole successo che si spera di ripetere. Il materiale informativo del concerto è stato sempre offerto dalla tipografia Mazzanti.

Per il secondo anno consecutivo,“Leggiamo e parliamone insieme” è stata l’attività culturale organizzata dal  gruppo cultura del Punto d’incontro. Sei conversazioni su problematiche dell’oggi, partendo dalla rivista Messaggero cappuccino con la partecipazione di padre Dino Dozzi, di voci laiche (dott. Medri, prof.ssa Patuelli, dott. Moretto, dott.ssa Trombini, prof. Ferrari) e degli studenti dei Licei Classico e Scientifico. Ogni incontro è stato introdotto da sequenze di film di cui è stata preparata una scheda filmica. .

Gli argomenti trattati sono stati: Fede. Valore aggiunto per la vita dell’uomo? – Missioni. Aiutare senza farla da padroni? – Famiglia. Comunità educante o da educare? – Ecologia. Da problema politico a dovere civico? – Tempo. Un bene di consumo? – Rispetto. Dobbiamo ancora impararlo? (Vedere cartoncino allegato). Gli incontri si sono svolti nell’aula magna del Liceo Scientifico che ci è stata gentilmente offerta. Per ogni incontro è stato preparato un dvd.

Non vi sono state particolari spese in quanto il materiale informativo ci è stato regalato dal sig. Mazzanti e i relatori sono intervenuti gratuitamente. (Vedere relazione di commento allegata).

I Martedì di Sant’Apollinare, organizzati dall’Ufficio cultura della Diocesi, di cui è direttore padre Dino, sono stati realizzati con la collaborazione del Punto d’incontro. Gli argomenti sono stati, nel ciclo autunnale: “I linguaggi della relazione”; nel ciclo primaverile: “La speranza educativa”.

Presso l’Università Bosi Maramotti, nell’ambito della sezione “Spiritualità e Storia” si è svolto il corso “Dare un luogo all’utopia. La testimonianza di Francesco d’Assisi” che ha avuto come docenti padre Dino Dozzi, la prof.ssa Patuelli e la prof.ssa Laura Montanari. E’ stato un corso molto interessante e seguito. Verrà ripetuto anche il prossimo anno, pur con una impostazione diversa.

Per le diverse attività il Punto d’incontro ha organizzato la pubblicità attraverso comunicati ai giornali, conferenza stampa, spedizione e distribuzione  nelle chiese e nei luoghi pubblici di materiale informativo.

Nell’ambito delle attività culturali da ricordare il coro Santa Maria degli Angeli che, diretto e accompagnato all’organo dalla musicista Cristina Bilotti, è presente alla messa delle ore 17 del sabato e delle ore 10 della domenica. Il coro ha registrato un cd la cui vendita va a favore delle missioni

Al piano terra del convento (fuori clausura) è sorto l’Ufficio cultura, dotato di computer, stampante, fotocopiatore, collegamento fastweb. Un volontario vi svolge attività di segreteria tre mattine a settimane. Dall’Ufficio vengono tenuti aggiornati i siti del Punto d’incontro e del Messaggero Cappuccino. L’Ufficio ha il compito di coordinare le attività culturali del Punto d’incontro, quindi  si è ritenuto opportuno, per attrezzarlo,  di utilizzare il finanziamento di 3.000 euro che la Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna ci ha fatto a sostegno dei progetti culturali.  Il nuovo ufficio ha portato ad una modifica della mail e del sito del Punto d’incontro. Poiché i nostri pieghevoli informativi sono in esaurimento, sono stati studiati nuovi pieghevoli che saranno pronti  a settembre.

All’interno dell’Ufficio è sorta una videoteca in cui, oltre a materiale di contenuto vario, sono presenti le video registrazioni di tutte le attività significative del Punto d’incontro. Il materiale è a disposizione.

NUOVO ORDINAMENTO

Dopo tre anni dalla nascita del Punto d’incontro, alla luce dei numerosi cambiamenti di situazioni e dati, si è ritenuto di riesaminare il regolamento in uso e di apportare le modifiche opportune.  Il nuovo regolamento, con l’indicazione dell’organigramma e delle diverse competenze, dei settori operativi e delle finalità, è stato approvato dall’assemblea all’unanimità in data 5 marzo 2007. E’ opportuno che tutti coloro che operano nel Punto d’incontro ne siano a conoscenza e lo rispettino. Viene allegato a codesto verbale.

E’ allegato al presente verbale anche il rendiconto delle attività 2006-2007. Sia il verbale sia il rendiconto verranno inseriti nel sito.

VARIE

1) L’associazione culturale Garden Club ha usufruito della sala riunioni per gli incontri del Consiglio direttivo. Come contributo ha offerto 300 euro a sostegno dei progetti dei missionari (2 operazioni agli occhi e lo stipendio per un insegnante)

2) Sono state presentate due richieste di contributi. Uno alla Fondazione Cassa di Risparmio che ci ha già risposto dando euro 3.000 a sostegno dell’attività culturale.

Il secondo alla Fondazione del Monte per organizzare due concerti: il primo in occasione della festa di San Pio e il secondo in periodo natalizio. Si attende risposta.

CONCLUSIONE

A chiusura dell’ incontro padre Dino ha invitato tutti a prendere coscienza di quanto sia bella la realtà che con semplicità si è venuta creando in questi pochi anni. Frati cappuccini, membri dell’OFS e laici più o meno credenti, lavorano insieme realizzando una collaborazione fra gruppi diversi per il bene comune. Tale eterogeneità è inevitabile che porti a momenti di stanchezza, di incomprensione e di crisi. Bisogna andare avanti con coraggio avendo sempre presente che si opera per un progetto comune e che ognuno dà quello che è in grado di dare. Pertanto è doveroso il rispetto di tutti e un vicendevole ringraziamento.

Allegato: Rendiconto Economico Attività Anno 2006-07
 

Laura Triossi
Segretaria del Punto d’incontro


Ravenna, 30 giugno 2007