PUNTO D'INCONTRO
FRANCESCANO
 
 
Via Felicia Rasponi 1,3,5 - 48121 Ravenna
Tel 0544-30022
E-mail: puntodincontrofrancescano@
gmail.com
 

 

                          

    

 
HomeRelazione 2009-10Relazione 2008-09Relazione 2007-08Relazione 2006-07Relazione 2005-06Relazione 2004-05

Relazione attività 2007-08
 

Come sempre, a conclusione dei dieci mesi di attività, ci soffermiamo per riflettere su quanto è stato fatto e pensiamo ad eventuali cambiamenti e miglioramenti futuri su cui meditare nel periodo di vacanza. 

SELEZIONE E  SMALTIMENTO

Il materiale portato al nostro punto di raccolta da privati e da varie associazioni è stato veramente tanto. La Caritas ci ha passato, con frequenza quasi quotidiana, sacchi di indumenti. Purtroppo, essendo già stata fatta una prima scelta dalla Caritas stessa, è poco quello che si riesce ad utilizzare.

La selezione è avvenuta, come sempre, attraverso varie fasi: indumenti da distribuire il martedì, materiale per il mercatino del giovedì, indumenti di scarto, ma riciclabili che, recuperati da fra Vittore, vengono portati a Prato, materiale da mettere nel cassonetto e nelle cucce del canile e del gattile. 

ASCOLTO E DISTRIBUZIONE

Ascolto e distribuzione come sempre  il martedì pomeriggio dalle 14 alle 16,30 (e oltre quando ci sono molte persone). 

Le persone passate dal Centro d’ascolto e quindi dalla distribuzione dall’ 11/09/07 al 17/06/08 sono state 409 (393 nel 2007) di cui 271 (249 nel 2007) nuovi assistiti. La maggioranza viene dalla Romania (125)), seguono Nigeria (61), Marocco (50), Italia (48), Albania (30).

Per quanto riguarda  la casa: 60 su 409 sono senza casa;  4 abitano in roulotte; 345 dicono di avere una abitazione che può essere un semplice posto letto oppure può ospitare molte persone. Gli affitti sono sempre molto alti: dai 400 ai 700 euro.

 Per quanto riguarda il lavoro: 70 hanno un lavoro a volte in nero o sottopagato; 8 sono pensionati; 331 risultano senza lavoro. Il dato non è molto attendibile in quanto si riferisce a chi è venuto di persona presso i nostri sportelli, in particolare donne ( 248 contro 161 uomini) e non tiene conto dei mariti ( per i dettagli su questi dati vedere tabulati allegati).

Il Centro d’ascolto, oltre a dare il numero di accesso agli sportelli della distribuzione, ha fornito indicazioni e consigli pratici per mangiare, dormire, lavarsi, ottenere assistenza medica, cercare lavoro, regolarizzare la propria posizione, ottenere aiuti economici per l’affitto, per la scuola, ecc. In particolare quest’anno l’inserimento di un’altra persona nel gruppo di ascolto ha permesso di stabilire contatti continui con tutte le associazioni che operano nel territorio in aiuto ai poveri e di arricchire e rendere più aggiornate le informazioni sulle offerte di lavoro. Si è costituito così una specie di “sportello del lavoro” che ha incontrato un notevole gradimento. L’ascolto è un importante momento di comunicazione, di dialogo, per conoscere un po’ meglio, nel bene e nel male, le persone che vengono da noi e per cercare di rapportarsi in modo più corretto. Alcune persone in più in grado di passare dall’ascolto alla distribuzione e di essere presenti anche al mercatino, consentirebbero di mantenere comportamenti più omogenei e più rispondenti alle situazioni personali degli assistiti.

DISTRIBUZIONE DI INDUMENTI, VIVERI E ALTRO

Il passaggio agli sportelli di distribuzione ha avuto momenti di notevole affollamento, ma nel complesso si è svolto regolarmente. Alcune persone inventano sistemi vari per passare dagli sportelli con maggiore frequenza, altri non si accontentano di quanto viene loro dato e assumono atteggiamenti arroganti, che mettono a dura prova la pazienza di chi li serve. Per fortuna, sono una piccola percentuale. Gli indumenti per adulti e bambini sono stati più che sufficienti per tutti. Mentre inferiori alle richieste lenzuola, coperte e biancheria per la casa. Molto scadente la qualità delle scarpe e della biancheria personale. Oltre all’Associazione di sostegno ai carcerati , hanno richiesto indumenti : Villaggio del fanciullo, Centro di accoglienza di Piangipane, Caritas, Centro Ababa per donne della Casa delle Culture

La distribuzione di viveri e altro materiale (passeggini, carrozzine, mobili,ecc.) anche quest’anno è stata ricca. 

Ogni martedì è stata data la merenda: pane offerto dalla rivendita Luna di pane e dal forno Mambelli; cioccolato, dolci del supermercato “In piazza”; succhi e merendine comprate da noi o da privati. Ai bambini sono stati sempre regalati giocattoli, omogenizzati e prodotti per la prima infanzia. Nel periodo natalizio sono stati distribuiti in quantità saponi offerti da privati.

Il Banco alimentare, attraverso fra Vittore, ha mandato una notevole quantità di viveri a lunga conservazione ( vedere elenco allegato al verbale del 19 marzo 2008). In questo modo durante tutto l’anno è stato possibile aiutare chi era veramente in difficoltà e distribuire a tutti nei mesi di aprile, maggio e inizio giugno.

Con l’Operazione sportine, a Natale sono state preparate 130 sportine con viveri di qualità comprati presso il Conad Galilei per un totale di 1.070 euro.  L’1 e 2 dicembre in chiesa sono stati raccolti 1.826,22 euro ( 326,22 sono stati lasciati al convento). Ai 1.500,00 rimasti si sono aggiunte altre offerte per un totale di 1.635,00 euro che hanno consentito di coprire abbondantemente la spesa. ( vedere conto allegato al verbale 19 marzo 2008).

MERCATINO MISSIONARIO

Sempre aperto il giovedì pomeriggio dalle 14 alle 18,è stato molto frequentato e ha realizzato un incasso complessivo di 19.905,00 euro ( anno 2006/2007: 19.005,00). Il mercatino dà la soddisfazione a chi ha un minimo di possibilità di fare ottimi acquisti con poca spesa. Quest’anno si è lavorato per contribuire alla costruzione e all’arredamento del dispensario di Duga - Angallà in cui opereranno padre Raffaello e l’Ancella dei poveri, Carla Ferrari. Sono già stati consegnati a padre Ivano 14.000 euro il 27/11/2007 e 10.000 euro il 25/02/2008 in occasione della Giornata Missionaria. Durante la Giornata Missionaria sono stati raccolti in chiesa 2.300 euro dati a padre Ivano (vedere rendiconto allegato). Per il prossimo anno si cercherà di preparare a settembre cartelli e immagini che evidenzino che si tratta di un mercatino benefico a favore delle missioni  dei Cappuccini in Etiopia. Già era stato programmato lo scorso anno, ma  i ritmi di lavoro notevoli a cui tutti i volontari sono stati sottoposti non ne hanno consentito l’attuazione. Sarebbe opportuno che almeno il Risveglio pubblicizzasse l’attività che il Punto d’incontro attraverso  mercatino, laboratorio, lotteria svolge a sostegno dei progetti missionari.

LABORATORIO MISSIONARIO

Aperto il martedì pomeriggio, ha registrato una partecipazione abbastanza costante di alcune signore che naturalmente continuano il loro lavoro anche a casa. La vendita di ricami e articoli religiosi ha portato un incasso di 1.646,50 euro.

LOTTERIA

Il 6 marzo ha avuto luogo l’estrazione dei premi della lotteria sempre molto ricca. Il ricavato è stato di 3.800 euro (4.237 lo scorso anno). A parte il primo premio acquistato dal Punto d’incontro  (un televisore a cristalli liquidi), gli altri sono tutti premi recuperati attraverso l’impegno costante di Giovanna.  

PROGETTI MISSIONARI

Gli incassi del mercatino, del laboratorio e della lotteria, come già esposto in precedenza, hanno contribuito alla costruzione del dispensario di Duga, mentre le offerte di numerosi benefattori sono servite sostenere altri progetti.

Da settembre ad oggi sono stati raccolti 4.750 euro per l’acquisto di una pecora per famiglie povere, per rendere potabili delle sorgenti, per operare agli occhi persone a rischio cecità, per pagare gli insegnanti dei “fidel”, per acquistare materiale scolastico o viveri per persone in grave difficoltà.

Non è poco, tuttavia è molto meno dello scorso anno ( circa 1.500 euro in meno). Il lavoro di informazione e di propaganda quest’anno è stato certamente più limitato. Non si è trovato il modo di organizzare almeno un incontro con i missionari, mentre l’anno precedente ne erano stati fatti due. Non si è riusciti ad avere la collaborazione delle scuole a parte alcuni classi della scuola media Damiano - Novello. Per fortuna vi è stata la riconferma di alcune persone che nel periodo natalizio hanno sostituito il solito regalo con offerte ai missionari e don Luca Leone, parroco di san Giuseppe Operaio in due occasioni ha mandato 1.000 euro, condividendo con le missioni la generosa offerta di un suo parrocchiano.

L’invito è a continuare a diffondere il pieghevole che illustra i progetti missionari e a cercare qualche nuova idea.

ATTIVITA’ CULTURALE

La festa di S. Pio è stato, come sempre,  l’evento di apertura delle attività culturali del Punto d’incontro. Il 23 settembre concerto del coro Ludus Vocalis accompagnato dall’Ensemble Mosaici Sonori. La Fondazione del Monte di Bologna ha finanziato l’evento.  Nei tre giorni precedenti vi sono stati incontri culturali e spirituali preparatori;  è stata allestita una mostra fotografica sugli 80 anni di presenza dei Missionari Cappuccini in Turchia e si è svolta la vendita di manufatti del laboratorio, di oggetti del mercatino e di pubblicazioni dei Cappuccini dell’ Emilia Romagna. (vedere locandine allegate al verbale del 31 ottobre 2007 ).    

Corso di Italiano. Da ottobre alla metà di giugno, il giovedì pomeriggio, si è svolto il corso di Italiano   (Conversazioni) tenuto da tre insegnanti. La partecipazione è stata molto discontinua, anche perché alcune donne, durante questi mesi, hanno trovato lavoro o sono andate in visita al loro paese. Al di là dei risultati scolastici, tuttavia, va sottolineato, come sempre, l’aspetto socializzante che questa attività permette di realizzare (vedere relazione finale allegata) .

Il terzo ciclo di “Leggiamo e parliamone insieme”ha affrontato in sei incontri mensili l’argomento “Itinerari di erranza e di speranza. La grande emigrazione italiana fra Ottocento e Novecento”. Sono state coinvolte la clase VA Elettronica dell’ITIS “N. Baldini” e la classe IIIA Erica dell’Istituto Tecnico per Ragionieri “G. Ginanni”. Dopo la presentazione alla stampa del 29 novembre 2007, il 10 dicembre la prof.ssa Maria Paola Patuelli ha dato inizio agli incontri (Errare è umano. Esempi di nomadismo nei tempi), cui ha fatto seguito, il 16 gennaio, padre Giuseppe De Carlo ( La speranza. Verso la terra promessa). Dopo questi due incontri preliminari si è arrivati al nucleo dell’argomento di quest’anno: riflettere, attraverso diverse forme di linguaggio,  sull’emigrazione italiana tra Ottocento e Novecento per giungere a una considerazione più consapevole dell’attuale fenomeno di immigrazione. Il 13 febbraio è stata la volta del prof. Marco Ferrari ( Italiani per terre e per mari. Un’odissea); il 12 marzo del prof. Eugenio Baroncelli ( Tra realtà e fiction. Storie); il 16 aprile della prof.ssa Laura Montanari, con voci recitanti Francesca Mazzoni e Michele Morigi ( Dentro l’anima migrante. Pagine) per finire l’8 maggio con il prof. Enzo Morgagni (Immigrati. Tra emarginazione e integrazione). (Cartoncino informativo allegato al verbale del 19 marzo 2008)

Sempre nell’ambito degli “Itinerari di erranza e di speranza”, con il contributo degli Assessorati all’Immigrazione  e all’Istruzione Superiore, Ufficio Politiche Giovanili, è stato presentato alle scuole superiori, il 14 marzo, presso le Artificerie Almagià lo spettacolo teatrale “L’orda”. Storie canti immagini di emigranti”, tratto dal libro di Gian Antonio Stella, a cura di Gualtiero Bertelli e della Compagnia delle Acque. Il Comune ha dato un contributo di 3.500 euro per la Compagnia; il prof. Ferrari e il Punto d’incontro hanno messo a disposizione 1.000 euro per il soggiorno degli artisti (rendiconto spese e materiale informativo allegati al verbale del 19 marzo 2008).

I comunicati stampa sui vari momenti dell’attività culturale sono comparsi sugli organi di stampa locali, articoli di commento sono stati pubblicati dal Risveglio.  

Le spese sono state contenute in quanto quasi tutti i relatori hanno devoluto il gettone di presenza a sostegno dei progetti missionari. La Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna ha dato un contributo di 3.000 euro per tutta l’attività culturale (vedere relazione allegata della responsabile del Gruppo cultura, Laura Montanari).

Attività musicale. Il 5 gennaio ha avuto luogo, con enorme successo, il Concerto di Auguri con la partecipazione del Coro Ludus Vocalis accompagnato dall’orchestra a plettri Gino Neri di Ferrara. Anche questo concerto è stato finanziato dalla Fondazione del Monte di Bologna.( vedere cartoncino allegato al verbale del 19 marzo)

Il 3 febbraio, 2 marzo e 3 aprile, la domenica alle ore 11,00 si sono svolti i concerti della Prima Rassegna di Musica Sacra realizzati con il contributo dell’Euroimmobiliare Costruzioni. Buona la partecipazione di pubblico che ha mostrato molto interesse per la musica sacra (vedere verbale assemblea 19 marzo) .

Nell’ambito dell’ attività musicale da ricordare il coro Santa Maria degli Angeli che, diretto e accompagnato all’organo dalla musicista Cristina Bilotti, è stato sempre presente alla messa delle ore 17 del sabato e delle ore 10 della domenica.

Per le diverse attività il Punto d’incontro ha organizzato la pubblicità attraverso comunicati ai giornali, conferenza stampa, manifesti, spedizione e distribuzione  nelle chiese e nei luoghi pubblici di materiale informativo.

Per tutte le attività culturali il materiale pubblicitario è stato regalato dal signor Mozzanti, ex proprietario della tipografia Mazzanti.

I Martedì di Sant’Apollinare, organizzati dall’Ufficio cultura della Diocesi, di cui è direttore padre Dino, sono stati realizzati con la collaborazione del Punto d’incontro. Gli argomenti sono stati, nel ciclo autunnale: “La speranza a colori” sottotitolo “educare è seminare futuro”; nel ciclo primaverile: “Gesù tra storia e fede”.

CONTRIBUTI FONDAZIONI

La Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna ha dato un contributo di 3.000 euro per l’attività culturale “Leggiamo e parliamone insieme” e per il Corso di Italiano. E’ stata già presentata la richiesta per un analogo contributo per il prossimo anno.

La Fondazione del Monte di Bologna ha dato un contributo di 5.000 euro per il Concerto di San Pio e per il Concerto di Auguri.
 

VARIE

1) L’associazione culturale Garden Club ha usufruito della sala riunioni per gli incontri del Consiglio direttivo. Come contributo ha offerto 150 euro a sostegno dei progetti dei missionari. Anche il Coro Ludus Vocalis sta utilizzando gli stessi spazi per le prove.

2) Si ricorda a tutti di tenere presente l’Ordinamento del Punto d’incontro redatto lo scorso anno e sempre a disposizione di che ne fosse sprovvisto.

3) La sala riunioni è stata tinteggiata (spesa 600 euro) e sono stati installati gli apparecchi di proiezione, di proprietà del Punto d’incontro,  che erano nella sala del Centro Missioni. Prima di settembre verranno montati soffietti per una diversa, e si spera più funzionale, suddivisione degli spazi.

4) Al presente verbale è allegato il rendiconto delle entrate e delle uscite per l’anno 2007/2008. Verbale e rendiconto sono inseriti nel sito: www.aicappuccinidiravenna.it

CONCLUSIONE

A chiusura dell’incontro padre Dino Dozzi sottolinea il positivo clima di collaborazione, di impegno costante e continuativo dimostrato da tutti nelle molteplici attività del Punto d’incontro. Frati cappuccini, membri dell’OFS e laici, più o meno credenti, collaborano per un progetto comune per il quale ognuno dà quello che è in grado di dare. E’ questo un aspetto di formazione costante dal punto di vista umano e francescano. Importante guardare e valutare il lavoro degli altri, tenere conto che il risultato finale è opera di tutti. Molto positiva anche l’apertura verso altre realtà e altre associazioni realizzata sempre con spirito di fattiva collaborazione e di rispetto reciproco. Doveroso un vicendevole ringraziamento a tutti.

Allegato: Rendiconto Economico Attività Anno 2007-08
 

          Padre Dino Dozzi                                                     Laura Triossi
Presidente del Punto d’incontro                          Segretaria del Punto d’incontro

 

Ravenna, 30 giugno 2008